Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Bonus 500 € per Docente in pensione: il buono generato, ma non speso entro il 31 agosto, non può essere rigenerato

Stampa

Il docente in pensione dal 1 settembre 2020 non può più utilizzare il bonus 2019/20 se non lo ha speso entro il 31 agosto

Una lettrice ci scrive:

Sono in pensione dal 1°settembre 2020, così come mi avevano detto ho generato il buono 2019/20 in tempo utile ma non sapevo di doverlo spendere entro il 31 Agosto, mi sembra una grossa ingiustizia non poterne usufruire anche perché riguarda un anno scolastico in cui sono stata regolarmente in servizio

Il bonus di 500 € viene attribuito ai docenti di ruolo delle scuole statali, anche neoimmessi in ruolo o con contratto part-time, mentre sono esclusi i docenti precari

Risulta particolare la situazione dei docenti che hanno ricevuto il bonus nell’ultimo anno del loro servizio prima di andare in pensione e che non lo hanno speso tutto entro l’anno scolastico di erogazione.

Entro quale data deve essere utilizzato il bonus?

Il bonus di 500 € può essere speso nell’arco di due anni scolastici, l’anno di erogazione e l’anno successivo. A titolo esemplificativo, il bonus erogato lo scorso anno scolastico 2019/20 può essere utilizzato ancora entro il 31 agosto 2021. I docenti che non lo hanno utilizzato l’anno scorso ne possono disporre  nel corrente anno scolastico in quanto risulterà, nel loro portafoglio elettronico Carta Docente, cumulato con il bonus erogato per il corrente anno scolastico. La cifra residua dell’anno scorso dovrà essere utilizzata necessariamente entro il 31 agosto 2021, altrimenti sarà persa.

Diverso è il caso del docente in pensione dal corrente anno scolastico con decorrenza 1 settembre 2020, che non avendo più diritto al bonus non potrà usufruire neanche del residuo relativo al 2019/20 perché per loro la CartaDocente non sarà più attiva come disciplinato nel DPCM 28 novembre 2016 dove nell’art.3 comma 2 si stabilisce che “La Carta non è più fruibile all’atto della cessazione dal servizio

Buoni generati, ma non spesi entro il 31 agosto

I buoni generati, ma non spesi entro l’anno scolastico di erogazione del bonus, quindi entro il 31 agosto, non vengono persi, ma vengono annullati d’ufficio e il relativo importo andrà a sommarsi al bonus erogato per l’anno successivo ed eventualmente anche al residuo dell’anno al quale il buono stesso si riferisce

Questa possibilità è, però, esclusa per i docenti che l’anno successivo risulteranno in pensione perché per loro la Carta Docente non sarà attivata anche in presenza di un residuo o di un buono generato, ma non speso, come nel caso della nostra lettrice che ha perso purtroppo la possibilità di utilizzare la cifra che,  nel suo caso, corrisponde all’intero importo del bonus

 

 

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorsi ordinari docenti entro il 2021. Preparati con CFIScuola!