Bonus 200 euro, tra i requisiti lo sgravio contributivo: che cos’è e le info utili

WhatsApp
Telegram

Come anticipato ieri e riferito a parte oggi, l’indennità una tantum di 200 euro disposta dal Governo con il DL 50/2022 (“Aiuti”) sarà erogata in automatico e con un’apposita emissione nel mese di luglio in favore di tutto il personale gestito dal sistema NoiPA.

Per quanto riguarda la scuola statale, riceveranno il bonus tutti i lavoratori docenti e ata di ruolo nonché i supplenti con nomina fino al 31 agosto. Restano purtroppo ancora esclusi i supplenti con nomina al 30 giugno poiché il DL 50/2022 è stato approvato alla Camera in prima lettura con voto di fiducia, eliminando ogni possibilità al Parlamento di correggere il testo.

Sgravio contributivo dello 0,8%

Potranno ricevere l’indennità i lavoratori dipendenti, del pubblico e del privato, titolari di uno o più rapporti di lavoro, aventi il diritto all’esonero contributivo dello 0,8% per la retribuzione mensile nel periodo dal 1° gennaio 2022 fino al giorno precedente la pubblicazione della circolare.

L’esonero contributivo dello 0,8% è previsto dal comma 121 della legge 234/2021 (la Legge di Bilancio).

Ecco cosa prevede la norma: “In via eccezionale, per i periodi di paga dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, per i rapporti di lavoro dipendente, con esclusione dei rapporti di lavoro domestico, è riconosciuto un esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore di 0,8 punti percentuali a condizione che la retribuzione imponibile, parametrata su base mensile per tredici mensilità, non ecceda l’importo mensile di 2.692 Euro, maggiorato, per la competenza del mese di dicembre, del rateo di tredicesima. Tenuto conto dell’eccezionalità della misura di cui al primo periodo, resta ferma l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche”.

Solo il 2022, per i rapporti di lavoro dipendente, dunque, è previsto un esonero previdenziale di 0,8 punti percentuali a condizione di avere una retribuzione annua di 35mila euro lordi.

Secondo le ultime informazioni raccolte, lo sgravio contributivo arriva in automatico (dunque non c’è bisogno di nessuna richiesta) ed è valido solo per l’anno in corso (il 2022). Vale per i dipendenti privati e anche per quelli del settore pubblico.

NoiPa, in una nota ufficiale, specifica che il bonus 200 euro sarà erogato ai beneficiari dell’esonero contributivo di cui all’art. 1 comma 121, Legge 30 dicembre 2021, n. 234 (c.d. Legge di Bilancio 2022). Tale sgravio contributivo sarà applicato a partire dalla retribuzione di agosto (con successivo riconoscimento degli arretrati da gennaio 2022).

Pertanto non sarà necessario averlo avuto riconosciuto in busta paga, ma basta semplicemente il “diritto” ad averlo.

Bonus 200 euro, accredito nello stipendio di luglio con cedolino separato. Avviso NoiPA

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022