Bonus 200 euro negato ai precari, Buondonno (SI): “Bollette e spese non aspettano, non si gioca con la vita delle persone”

WhatsApp
Telegram

“Sembra proprio che questo governo e questa maggioranza si accaniscano con i precari della scuola. Siamo davvero indignati che molti di loro continuano a non ricevere lo stipendio alla fine del mese, ma con un ritardo inaccettabile. Bollette e spese non aspettano; non si gioca con la vita delle persone”.

Poi aggiunge: “Non si vive di sola aria e gli stipendi è necessario che siano pagati tutti nei tempi correttamente stabiliti dai contratti di lavoro. Come se non bastasse, il bonus di 200 euro è stato negato a tutti coloro che vedono scadere il proprio contratto il 30 giugno. Siamo in piena emergenza sociale e chi ha bisogno di essere aiutato è lasciato solo con se stesso. Bisogna subito intervenire per far si che si allarghi la platea e che si raggiungano tutti i precari della scuola che hanno necessità di ricevere questo sostegno sacrosanto da parte dello Stato. L’essenza del governo Draghi: forte con i deboli e sdraiato con i forti”.

Bonus 200 euro, la dichiarazione serve se non si fa parte di NoiPA. Fuori i precari con contratto al 30 giugno

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff