Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Bonus 200 euro docenti a tempo indeterminato: in quali casi non è stato pagato?

WhatsApp
Telegram
Bonus casa ristrutturazione edilizia

Cosa fare se un avente diritto del bonus 200 euro non ha ricevuto ancora la somma spettante?

Il bonus 200 euro che il Governo ha stanziato per contrastare il caro bollette è stato erogato alla maggior parte dei docenti a tempo indeterminato con il cedolino di luglio. Ma ci sono dipendenti del comparto scuola che ancora lamentano di non aver ricevuto la somma in questione. Sottolineiamo a breve il beneficio dovrebbe essere riconosciuto anche ai precari della scuola. Rispondiamo, però, ad una nostra lettrice, docente di ruolo, che il bonus non l’ha ancora ricevuto e ci chiede:

Buongiorno,sono una docente con contratto a tempo indeterminato e non ho ricevuto a tutt’ oggi il bonus da 200 euro.Scrivo a voi sperando mi rispondiate,vi seguo e vi apprezzo.Grazie

Bonus 200 euro, a chi non è stato pagato?

Così come si legge nell’articolo 31 del D.L. 50 del 17 maggio 2022 bonus spetta a “Ai lavoratori dipendenti di cui all’articolo 1, comma 121, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, non titolari dei trattamenti di cui all’articolo 32 e che nel primo quadrimestre dell’anno 2022 hanno beneficiato dell’esonero di cui al predetto comma 121 per almeno una
mensilita’, e’ riconosciuta per il tramite dei datori di lavoro nella retribuzione erogata nel mese di luglio 2022, una somma a titolo di indennita’ una tantum di importo pari a 200 euro. Tale indennita’ e’ riconosciuta in via automatica, previa dichiarazione del lavoratore di non essere titolare delle prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18. “.

Per avere diritto al bonus, quindi, è necessario che per almeno un mese tra quelli compresi tra gennaio e giugno 2022, lo stipendio lordo non sia stato superiore a 2.692 euro. Per capire se si ha diritto al beneficio, quindi, è necessario controllare tutti i cedolini stipendiali del periodo preso in esame controllando non lo stipendio netto pagato, ma quello lordo.

Se, in ogni caso, rientrava nel diritto avendo avuto stipendi lordi più bassi del limite massimo fissato, a breve la mancanza dovrebbe essere sanata.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur