Bonus 200 euro, anche i precari potranno fare domanda. C’è tempo fino al 31 ottobre

WhatsApp
Telegram

Arriva un’altra conferma per quanto concerne il bonus 200 euro per i precari della scuola: l’INPS, in seguito a contatti con il patronato Inas, ha confermato che la richiesta per l’indennità una tantum la possono effettuare anche i supplenti docenti e Ata.

Come si legge sul sito Cisl Scuola, il decreto legge aiuti dispone che tra le categorie beneficiarie del bonus ci siano i lavoratori stagionali o a tempo determinato o con contratto di lavoro intermittente in possesso di 50 giornate lavorative nel corso del 2021 e il cui reddito non superi, in tale anno, i 35.000 euro.

Non essendovi, ad avviso dell’INPS, alcuna esplicita preclusione che possa riguardare i lavoratori a tempo determinato della scuola, anch’essi possono rientrare tra coloro che per ricevere il bonus devono farne richiesta all’Istituto di Previdenza. 

Il termine per richiedere il bonus è fissato al 31 ottobre. Il pagamento sarà fatto direttamente dall’INPS sul conto del quale l’interessato avrà fornito, all’atto della domanda, i dati di identificazione necessari (IBAN) e non potrà comunque avvenire prima della fine di settembre, tenuto conto dei tempi necessari all’INPS per verificare che l’indennità non sia già stata liquidata in precedenza al richiedente.

Bonus 200 euro anche ai precari: domanda entro il 31 ottobre, data probabile. Il Governo troverà le risorse per gli esclusi: le ultime novità

Bonus 200 euro, ai precari con contratto al 30 giugno spetta indennità: devono però aver lavorato almeno 50 giorni nel 2021

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff