Bonus 200 euro, ai precari con contratto al 30 giugno spetta indennità: devono però aver lavorato almeno 50 giorni nel 2021

WhatsApp
Telegram

Novità in arrivo per i precari con contratto al 30 giugno. Secondo quanto segnala la Flc Cgil, al personale Ata e docente della scuola con contratto a tempo determinato (compresi quelli con nomina al 30 giugno) spetta l’indennità una tantum di 200 euro prevista dal DL 50/2022 (Aiuti).

In particolare ne hanno diritto i lavoratori precari della scuola che rispettano i seguenti requisiti: aver svolto nel 2021 almeno 50 giornate di lavoro effettive anche con più rapporti di lavoro a tempo determinato e di rispettare il limite reddituale 35mila per l’anno 2021.

I lavoratori che rispettano questi requisiti, per ricevere il bonus, dovranno presentare domanda all’Inps, entro il 31 ottobre 2022.

Secondo quanto riporta la Flc Cgil, tutto ciò si evince da una lettura approfondita e corretta della norma (c. 13, art. 32 del DL 50/2022) e della circolare applicativa dell’INPS (n. 73 del 24 giugno 2022) da cui si desume che l’ente provvederà ad erogare il bonus a tutti i lavoratori precari con i requisiti specificati.

CIRCOLARE INPS con i chiarimenti

Cosa accade per il personale docente e amministrativo a tempo indeterminato

Per quanto riguarda i docenti e Ata a tempo indeterminato riceveranno  l’indennità una tantum entro il mese di luglio 2022 con cedolino separato. L’importo sarà erogato automaticamente ai dipendenti che abbiano percepito una retribuzione imponibile mensile non superiore a 2.692 euro almeno per un mese e, pertanto, siano beneficiari dell’esonero contributivo 

Bonus 200 euro, accredito nello stipendio di luglio con cedolino separato. Avviso NoiPA

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff