Bonus 150 euro disoccupati: in arrivo il pagamento per i beneficiari della Naspi e della Dis-Coll nel 2023

WhatsApp
Telegram

È stata comunicata la data per il pagamento del bonus 150 euro destinato ai percettori dell’indennità di disoccupazione Naspi e della Dis-Coll. Tale agevolazione è stata introdotta dal Decreto Aiuti ter nel 2022.

Per ottenere il pagamento del bonus 150 euro a febbraio, è necessario essere titolari dell’indennità di disoccupazione a novembre 2022. È importante sottolineare che l’importo non verrà accreditato nella stessa data prevista per l’accredito della Naspi o della Dis-Coll nel mese corrente.

Il bonus verrà accreditato a febbraio per coloro per i quali la disoccupazione è scaduta entro il mese di ottobre e per coloro che sono diventati titolari dell’indennità di disoccupazione a partire da dicembre 2022. Per i beneficiari della Naspi e della Dis-Coll, la somma verrà accreditata sull’IBAN comunicato all’Inps per ottenere il pagamento dell’indennità di disoccupazione, nel caso in cui la Naspi sia scaduta a partire dal mese di dicembre, ma veniva già percepita a novembre.

Il 27 febbraio, il bonus 150 euro Naspi verrà pagato in diverse città italiane. Tuttavia, i beneficiari dovrebbero riceverlo a partire da quella data entro la settimana.

Per verificare autonomamente quando verrà pagato il bonus 150 euro Naspi, è sufficiente accedere all’area riservata MyInps nella sezione del fascicolo previdenziale del cittadino. L’accesso può essere effettuato tramite Spid, Cie o Cns. Una volta effettuato l’accesso, i beneficiari devono cliccare sul menu di sinistra, precisamente sulla voce “prestazioni”, poi su “pagamenti” – “disoccupazione non agricola” – “prestazione 2023”. Tra i dettagli, apparirà il bonus 150 euro con la data di pagamento per il periodo 1 novembre-30 novembre 2022.

L’Inps potrebbe non procedere alla comunicazione della data del pagamento del bonus 150 euro nella sezione notifiche dell’area riservata del sito ufficiale dell’Istituto. Pertanto, per sapere con certezza se si riceverà l’importo, bisogna verificare la sezione “prestazioni”.

Ricordiamo che il bonus è una forma d’indennità erogata una tantum, dall’importo netto di 150 euro che non fa reddito, non è cedibile, sequestrabile e/o pignorabile.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo