Bonus 150 euro, ci sarà emissione speciale come per i 200 euro?

WhatsApp
Telegram

Come è già accaduto per il bonus 200 euro, anche per il bonus 150 euro dovrebbe esserci un’emissione speciale per il personale scolastico a tempo indeterminato. Infatti, sono giunte alla nostra redazione segnalazioni sulla mancata visualizzazione del bonus nel cedolino di novembre.

In realtà non dovrebbe essere nulla di preoccupante: questo è già accaduto con il bonus 200 euro in estate. Infatti, come annunciato da NoiPA, a luglio, per i 200 euro e lo stipendio, i cedolini furono separati: uno per lo stipendio standard di Luglio, l’altro per il bonus 200 euro. Non si può escludere, dunque, che l’amministrazione decida allo stesso modo anche per il bonus 150 euro. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare chiarimenti in tal senso.

Bonus 150 euro, ridotta la platea dei beneficiari

I beneficiari non saranno gli stessi del bonus 200 euro: potranno averlo, infatti, soltanto coloro che hanno un reddito di 20 mila euro, e non più di 35 mila. Questo porterà a “limitare” i destinatari a circa 22 milioni di italiani, che avranno a disposizione un fondo di circa 3,2 miliardi. Le categorie saranno più o meno le stesse già previste dal precedente decreto, ovvero lavoratori dipendenti, pensionati, disoccupati percettori di Naspi e titolari del reddito di cittadinanza. 

I pensionati titolari di trattamento previdenziale o sociale, invalidità, accompagnamento alla pensione con decorrenza entro il 1° ottobre 2022 si ritroveranno l’importo 150 euro una tantum direttamente nell’assegno di novembre

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur