Bonetti: “La sospensione della didattica in presenza non può durare più di tre settimane”

Stampa

“Noi abbiamo chiuso la possibilità dell’accesso scolastico per dei mesi e l’abbiamo fatto perché non avevamo un’organizzazione adeguata. Ma nel frattempo le scuole si sono organizzate per essere luoghi dove la probabilità di contagio fosse bassa. E ad oggi è così. C’è un tema evidente che è quello di una non  adeguata organizzazione dei trasporti locali e di una tracciatura di eventuali contagi attraverso i test rapidi”.

Lo dichiara il  ministro della Famiglia e delle pari opportunità Elena Bonetti, a Fatti e Misfatti su Tgcom24.

“Lo ridico con forza, questa sospensione della didattica per la scuola di secondo grado e per le scuole superiori non può durare più di due-tre settimane perché altrimenti faremo perdere un altro anno scolastico a questi giovani e  creeremo un buco nella loro formazione non colmabile”. 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia