Bonaccini: rispetto Cirio, ma la scuola deve riaprire il prima possibile. I genitori sono preoccupati

Stampa

“Rispetto le legittime posizioni del presidente del Piemonte Cirio e dei miei colleghi, ma resto convinto che la scuola debba riaprire il prima possibile. Tanti studenti e tanti genitori mi hanno scritto, sono preoccupati e hanno ragione”.

A dirlo in un’intervista a La Stampa il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

“La scuola – dice ancora – deve essere al primo posto nell’agenda del Paese e la prima cosa da garantire devono essere le lezioni in presenza. Noi rafforzeremo il piano del trasporto pubblico e siamo convinti che una maggiore flessibilità degli orari possa limitare ulteriormente il pericolo di contagio”.

E aggiunge: “Non mi permetto di giudicare la situazione in altri territori, ma continuo a leggere che le Regioni sarebbero un freno a ogni decisione: i fatti dicono che abbiamo concordato il 98% delle azioni con il governo. Mattarella ha sottolineato l’importanza di tale contributo, lo stesso Conte”.

Piemonte, didattica digitale per seconda e terza media fino al 23 dicembre. Ordinanza

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora