Bologna, prove tecniche di riapertura graduale delle scuole

Stampa

In quel di Bologna si comincia a disegnare lo scenario per la riapertura delle scuole interessate dalla didattica a distanza.

La data prevista è quella di gennaio 2021, ma non si esclude un anticipo già a dicembre, quando scadrà il blocco previsto dai Dpcm che imponevano la chiusura fino al 3 dicembre suddivisa per zone rosse, arancioni e gialle.

La riunione fra l’ufficio scolastico regionale, città metropolitana e regione sarebbe da leggere proprio in questo senso e comunque come programmazione sulla situazione che si verrà a creare sempre tenendo presente il punto debole dei trasporti. Infatti, quale che sia la data di riapertura della scuola resta il limite del 50% di affluenza sugli autobus che non consentirebbero a tutti gli studenti di presentarsi in classe in orario.

Come racconta il Resto del Carlino, la regione ha chiesto alle province di inviare entro il 9 dicembre il fabbisogno delle corse da spedire a Roma. Le scuole, dal canto loro, sarebbero già pronte a riaprire i battenti e quindi sono solo in attesa di comunicazioni ufficiali.

Intanto, anche gli studenti stanno facendo sentire la loro voce: la didattica a distanza è più faticosa e la socializzazione mediata dal computer non compensa l’abbraccio fisico con i compagni e l’interazione personale con gli insegnanti.

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite