Bocciato ed espulso lo studente che ha accoltellato insegnante. I genitori fanno ricorso al Tar. Burioni: “Invece di sotterrarsi dalla vergogna ricorrono alla giustizia, assurdo”

WhatsApp
Telegram

Il sedicenne che ha ferito la sua insegnante di italiano al liceo scientifico Alessandrini di Abbiategrasso il 29 maggio scorso è stato espulso e bocciato.

La decisione, votata all’unanimità dal consiglio di istituto in seduta straordinaria, comporta la non ammissione dell’allievo all’anno successivo e l’espulsione dalla scuola. Il provvedimento è stato notificato alla famiglia del ragazzo.

Se l’espulsione era attesa, la bocciatura ha suscitato sorpresa. Nonostante l’aggressione, il rendimento scolastico dello studente era buono, con la media del 9 in fisica e 8 in matematica. La famiglia ha deciso di ricorrere contro il provvedimento di bocciatura.

Su Twitter arriva il commento di Roberto Burioni, noto virologo: “Uno studente sedicenne accoltella una sua insegnante quasi uccidendola. La scuola decide la sua espulsione e la sua bocciatura. I genitori, invece di sotterrarsi dalla vergogna, fanno ricorso al TAR a favore del loro figliuolo. In questa notizia è riassunta l’Italia del 2023”.

Leggi anche

Docente accoltellata, la sua lettera a La Repubblica: “Gravi ferite, dolore ancora intenso. Lunga fisioterapia e supporto psicologico. La famiglia dell’alunno non mi ha chiesto scuola”

Docente accoltellata, i genitori dello studente: “Siamo preoccupati, non sappiamo cosa fare per curarlo”

Docente aggredita da uno studente, parla un insegnante: “I ragazzi vanno fuori di testa per un brutto voto, altro che tutor, serve lo psicologo a scuola”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri