Boccia sostiene Speranza: “Massimo rigore negli spostamenti tra Comuni per Natale e Capodanno”

Stampa

Sugli spostamenti tra piccoli Comuni “la penso come il ministro Speranza: la salute e la vita vengono prima del business. Le ragioni economiche sono comprensibili ma vengono dopo, senza vita non c’è business che tenga”. Così Francesco Boccia, ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, intervenendo alla Giornata internazionale della Montagna.

In questi due mesi, osserva il ministro, “dalla fascia rossa o arancione non ho sentito alcun sindaco o alcuna famiglia lamentarsi sulle restrizioni. Quando poi abbiamo fatto la norma su 25-26 dicembre e primo gennaio all’improvviso è apparsa nel dibattito pubblico la scuola di pensiero che di solito coincide con quella dei negazionisti e degli appassionati di scontrini. Ci dicevano che gli anziani e i non autosufficienti sarebbero rimasti soli, ma erano le stesse identiche regole previste per le zone rosse. Perché in oltre un mese non ho mai ricevuto una mail di un anziano o autosufficiente solo a casa? Per loro era possibile spostarsi, e lo sarà ancora come scritto nelle faq“, conclude.

Conte: “Sugli spostamenti tra Comuni a Natale e Capodanno, vedremo cosa deciderà il Parlamento”

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!