Boccia (PD): soldi flat tax per la scuola, studenti all’estero con risorse dello Stato

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il candidato alla segreteria del PD, Francesco Boccia, interviene sulla legge di bilancio, tramite un video e un post su FB.

Nella giornata di domani, scrive Boccia, discuteremo in commissione gli emendamenti alla legge di Bilancio.

Risorse Flat tax alla scuola

Lo stato sociale, afferma Boccia, deve ripartire dalla centralità della scuola. Quindi ribadisce la sua idea di riversare le risorse stanziate in legge di bilancio per la flat tax sulla scuola, affinché si possa garantire il diritto allo studio tramite: tempo pieno da nord a sud; libri, mense e trasporti garantiti dallo Stato dalla prima elementare alla maturità.

Studenti all’estero per apprendimento lingua

Nel video Boccia afferma di volere uno Stato capace di investire sugli studenti, facendo sì che tutte le scuole inviino all’estero gli studenti di 17 anni per apprendere la lingua del Paese ospitante e conoscere il mondo.

Al fine suddetto, lo Stato dovrebbe garantire 10.000 euro per ogni studente.

Il video

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione