Boccia. L’obbligo scolastico arrivi fino a maturità e lo Stato aiuti famiglie che non possono finanziare gli studi con incentivi e sostegni

di redazione
ipsef

"È abbastanza vergognoso che in Italia ci sia gente che ritenga la scuola dell'obbligo quella fino alla licenzia media". Lo dichiara alla stampa il parlamentare Pd, Francesco Boccia, intervenuto ad un convegno organizzato a Campobasso dall'Università sulla riforma del Bilancio dello Stato.

"È abbastanza vergognoso che in Italia ci sia gente che ritenga la scuola dell'obbligo quella fino alla licenzia media". Lo dichiara alla stampa il parlamentare Pd, Francesco Boccia, intervenuto ad un convegno organizzato a Campobasso dall'Università sulla riforma del Bilancio dello Stato.

Il presidente della commissione Bilancio, interpellato sul Family day, parla anche di scuola dell'obbligo, inserendo l'argomento tra i doveri dello Stato verso le famiglie, unioni civili comprese, a cominciare da "serie politiche fiscali".
  "Ci vuole un po' di coraggio – ha detto Boccia -. Dovremmo estendere la scuola dell'obbligo alla maturità e coprire con
incentivi e sostegni le famiglie che non ce la fanno fino a quando i ragazzi non ottengono la maturità".

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione