Boccia: in caso di lockdown le scuole non chiuderanno

Stampa

“Sappiamo che lavoro e scuola sono i due pilastri da difendere contro avanzata del Covid. Non voglio un altro lockdown”.

“Se siamo a 5 mila contagi e altri paesi a 15 mila, è per misure anti contagio e per attenzione alla mobilità. Quindi, massimo rigore, se sarà necessario stringeremo ancora di più i bulloni, fermandoci alle cose necessarie: scuola, lavoro, ospedali”.

Così il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, a margine dell’inaugurazione della 90a Fiera Internazionale del Tartufo bianco, ad Alba (Cuneo) dove in precedenza ha incontrato il presidente della Regione Piemonte e i sindaci dei comuni colpiti dall’ultima alluvione.

Azzolina: 2.894 contagi nelle scuole, resteranno aperte. Presidi, scudo penale o sciopero

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!