Boccia: ci sarà autonomia regionale. Su scuola idea Lega non andava bene

WhatsApp
Telegram

Il ministro dem per gli Affari regionali, Francesco Boccia, in un’intervista de La Verità ritorna sul tema dell’autonomia: “Entro l’anno legge quadro”.

L’ho promesso, entro l’anno ci sarà una legge quadro, subordinata all’ok del Parlamento, che terrà insieme il Paese e accelererà l’autonomia differenziata, e così sarà. La diffidenza quotidiana che riserva a me e all’intero governo il presidente Fontana non mi farà perdere la fiducia che ho nei suoi confronti e nel lavoro straordinario che stiamo facendo” ha riferito Boccia.

Credo si possano bruciare le tappe per arrivare a un testo per una cornice condivisa tra Nord e Sud, che non abbandoni al loro destino gli ultimi, tenendo conto delle disomogeneità che ci sono ad esempio al Nord – prosegue il ministro – anche lì ci sono aree in ritardo di sviluppo“.

Non reagirò alle provocazioni, Fontana non dovrebbe dire ‘o si fa come dico io, per esempi su scuola e sanità o vado avanti lo stesso’ perché così non si va da nessuna parte. Non dobbiamo sostituire ai limiti del centralismo statale i difetti del centralismo regionale. L’autonomia differenziata è un punto fermo del governo Pd-M5s e riguarda tutte le Regioni, non solo Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, le prime tre che hanno fatto domanda” ha spiegato Boccia, ricordando anche che la proposta della Lombardia sulla scuola l’ha ‘smontata’ l’ex ministro Bussetti dello stesso partito di Fontana.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao