Blocco stipendi e rinnovo contratto. Lo sciopero funziona ancora? Secondo i dati di Livorno adesione 15%

di redazione
ipsef

red – Sindacati in agitazione, in attesa del 30 novembre quando ci sarà una giornata di manifestazione a Roma, con scioperi locali e di poche ore. Come stanno andando?

red – Sindacati in agitazione, in attesa del 30 novembre quando ci sarà una giornata di manifestazione a Roma, con scioperi locali e di poche ore. Come stanno andando?

Il dato di un’unica provincia non fa testo, lo sappiamo, ma i numeri trapelati dalla Provincia di Livorno sembrano suggerire che hanno parlato troppo presto coloro che sostengono lo sciopero come strumento di protesta ormai superato.

Nella provincia toscana, relativamente allo sciopero di un’ora indetto dalle organizzazioni sindacali, su 2.850 docenti hanno scioperato in 435, il 15%. Per gli ATA il dato è leggermente inferiore, su 3781 in servizio hanno incrociato le braccia 551, il 14%

Le manifestazioni di protesta continuano, fino a giorno 30 novembre, quando i sindacati firmatari del contratto manifesteranno a Roma.

Questi i punti condivisi

  • Un piano pluriennale di investimenti, per allineare la spesa per istruzione e formazione alla media europea; le risorse vanno trovate aggredendo la spesa pubblica improduttiva, rendendo meno oneroso l’assetto politico istituzionale, eliminando sprechi contrastando l’utilizzo improprio delle risorse pubbliche combattendo la scandalosa evasione fiscale, intervenendo sulle rendite finanziarie.
  • Il rinnovo del contratto nazionale e il pagamento degli scatti di anzianità, a partire dall’annualità 2012, con il reperimento delle economie appostate nei bilanci del Mef e del Miur.
  • La stabilità degli organici, con l’introduzione dell’organico funzionale e pluriennale.
  • Continuità e prospettiva, a partire dal nuovo piano triennale di assunzioni, ai percorsi di stabilizzazione del personale su tutti i posti disponibili e vacanti per docenti ed ATA.
  • Un piano nazionale di formazione per docenti, personale educativo, ATA e dirigenti, sostenuto da adeguate risorse.
  • Il ripristino delle posizioni economiche orizzontali del personale ATA.
  • La risoluzione delle questioni aperte su inidonei e docenti ITP (C999 e C555) e sui pensionamenti “quota 96”.
  • Garanzia del sostegno agli alunni disabili.

Come si articolerà la manifestazione del 30

Versione stampabile
anief
soloformazione