Blocco neoassunti, 5 anni stessa scuola, NO 70%. “Spostarsi è un diritto. Non garantisce continuità e rende docenti infelici”

di redazione
ipsef

Neoassunti per 5 anni nella stessa scuola al fine di garantire la continuità didattica? Il NO è netto, con un 70% di bocciature rispetto al 30% di favorevoli.

Un emendamento alla legge di Stabilità

Il blocco è previsto da un emendamento dei relatori al dl Semplificazioni approvato dalle Commissioni Affari costituzionali e Lavori pubblici del Senato.

In esso si legge che “Il vincolo di cui all’articolo 13, comma 3, terzo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, come modificato dalla legge 30 dicembre 2018, n. 145, si applica al personale docente ed educativo di ogni ordine e grado di istruzione, qualunque sia la procedura utilizzata per il reclutamento.”

Ciò comporterà il fatto che docenti ed educatori dovranno garantire una permanenza nella stessa sede di lavoro per almeno cinque anni. Dovranno, inoltre, garantire per lo stesso arco di tempo la permanenza nella stessa tipologia di posto e classe di concorso.

70% boccia l’emendamento

Abbiamo avviato un sondaggio sulla nostra pagina FaceBook per sapere se i nostri lettori erano favorevoli o contrari all’iniziativa parlamentare.

Al sondaggio hanno partecipato quasi 3mila utenti, con un risultato nettamente contrario.

I commenti. Spostarsi è un diritto, nessuna garanzia di continuità didattica

Secondo molti nostri utenti, bloccare la possibilità di spostarsi è una violazione di un diritto sacrosanto.

A farlo notare Francesca: Spostarsi è un diritto. Poi se non si trova il posto è un altro conto…ma non siamo carcerati. Un docente infelice sta male lui e fa star male la classe.

Fabrizia, commenta: Spero che chi ha votato Sì non debba mai trovarsi in situazioni di lavoro insostenibili. Io ho visto colleghi chiedere il trasferimento dalla scuola sotto casa. A tutti fa piacere la continuità quando si sta bene. Io credo che il blocco sia un abominio, neoassunti e non.

Debora fa notare che il blocco non potrà garantire alcuna continuità didattica: Peccato che a volte, rimangano nello stesso istituto ma vengano spostati di plesso o di corso non garantendo comunque la continuità didattica

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione