Blocco degli scatti di anzianità 2013/14, ricetta europea che colpirà anche l’Italia? A chi la patata bollente?

Di
Stampa

red – Oggi è stato firmato all’ARAN l’accordo per il pagamento delle somme 2011 relative agli scatti di anzianità. Il cadavere non è ancora caldo che si parla già di blocco per il 2013.

red – Oggi è stato firmato all’ARAN l’accordo per il pagamento delle somme 2011 relative agli scatti di anzianità. Il cadavere non è ancora caldo che si parla già di blocco per il 2013.

La notizia è trapelata tramite il quotidiano Italia Oggi, per poi fare il giro di tutto il web, mettendo in allarme tutti gli impiegati pubblici, docenti inclusi.

Si tratta, come più volte evidenziato, di un decreto con il quale l’attuale Governo uscente ha confermato l’esistenza, ma non ne è ancora stato deciso il varo.

Obiettivo è un risparmio di un miliardo e mezzo per il 2013-14, 659 milioni per il 2015 e 726 per il 2016. La scuola dovrà contribuire con circa 300 milioni di euro

I dipendenti pubblici interessati sono 3,5 milioni, compresi i dipendenti della Ministero dell’istruzione.

Le misure riguardano:

  • il congelamento della dinamica retributiva del pubblico impiego, compreso il mancato riconoscimento dell’indennità di vacanza contrattuale;
  • la proroga della riduzione degli stipendi superiori a 90mila euro annui;
  • l’introduzione dei parametri di calcolo dell’indennità di vacanza contrattuale (a partire dal 2015)

Alla base della scelta c’è la politica di restrizione, austerity, imposta dalla Germania ai paesi Pigs. Tra essi l’Italia.

Si tratta di un percorso forzato, per via di quel rientro del rapporto tra debito e pil che ha già messo in ginocchio paesi come la Grecia e sta per colpire anche la Spagna.

Ad esempio tra il 2012 e il 2013 la Grecia porterà a 8mila il numero di dipendenti messi in mobilità in un biennio, mentre in Portogallo l’ultima spending review ha previsto il taglio del 2% dell’organico dei dipendenti pubblici (12mila persone), il congelamento delle promozioni, il taglio dei salari e l’eliminazione di tredicesime e quattordicesime.

In Spagna per il terzo anno consecutivo gli stipendi dei dipendenti pubblici (già abbassati da Zapatero del 5%) sono stati congelati. Inoltre, è stato abolito il turn over.

Cosa dobbiamo attenderci dunque da questo Governo tecnico e dal prossimo? Vedremo a chi spetterà la patata bollente.

Sembra, però, che la via sia già segnata.

Blocco scatti di anzianità 2013. E’ levata di scudi da parte dei sindacati. Previsto blocco contratto fino al 2017

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!