Blocco aumento età pensionabile 2019: cosa cambia per i lavoratori gravosi?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Se non dovesse essere approvato lo stop dell’aumento dell’età pensionabile per accedere alla pensione anticipata proposto dal governo, cosa cambia per i lavoratori gravosi e quelli usuranti?

Sono docente scuola infanzia, ho fatto domanda di  pensione anticipata per il primo settembre 2019 riscattando un periodo di studi di 5 mesi che mi ha consentito di raggiungere i previsti 42 anni e 3 mesi richiesti.

Alla luce delle ultime informazioni circa il blocco dell’età pensionabile per le categorie dei gravosi e usuranti,volevo sapere entro quanto tempo si saprà se posso evitare il riscatto?
Cordiali saluti
Il governo ha proposto il blocco dell’aumento dell’età pensionabile di 5 mesi per l’accesso alla pensione anticipata e alla quota 41 precoci. Tale ipotesi, per entrare in vigore dovrà essere accettata e inserita nella Legge di Bilancio, fino alla pubblicazione della manovra, quindi, non si avrà certezza se sarà applicato lo stop o meno e se i requisiti di accesso alla pensione anticipata aumenteranno a 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne o resteranno gli attuali di 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

Stop aumento età pensionabile gravosi e usuranti

Lo stop dell’aumento dell’età pensionabile di 5 mesi previsto dal 1 gennaio 2019, però, per i lavoratori addetti alle mansioni gravosi e per quelli addetti a lavori usuranti per il biennio 2019-2020 è stato decretato dall’articolo 1 coma 147 della legge di Bilancio 2018.
Per i lavoratori usuranti e gravosi (e i docenti della scuola dell’infanzia rientrano negli addetti alle mansioni usuranti) lo stop dell’aumento è deciso al di là di quello che prevederà la legge di Bilancio di quest’anno.
Quindi, nel suo caso, se ha i requisiti per essere riconosciuta come lavoratrice gravosa, lo stop è già confermato anche se, per vederselo riconoscere dovrà presentare apposita domanda all’INPS con un modulo che ancora non è stato predisposto (in vista forse del blocco per tutti che renderebbe inutile la presentazione della domanda).

Per i lavoratori gravosi il blocco dell’età pensionabile è previsto qualora il lavoratore abbia svolto la mansione gravosa almeno per 7 anni nei 10 anni che precedono il pensionamento.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: