Blocco assunzioni, UDU: Università rischiano il collasso

WhatsApp
Telegram

Comunicato UDU – All’interno del maxiemendamento alla Legge di Bilancio, al comma 208, vengono bloccate le assunzioni di personale a tempo indeterminato nelle pubbliche amministrazioni e nelle università fino al 15 novembre 2019.

“Ancora una volta il Governo si mostra per com’è realmente – spiega Enrico Gulluni, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari – Altro che governo del cambiamento, sembra invece che si torni ancora più indietro. Invece che dare ossigeno al sistema pubblico e universitario al collasso dopo anni di blocco del turn over, si preferisce chiudere le porte ai tanti giovani e ricercatori in cerca di un futuro. Inoltre saranno le stesse università, bloccate dalla legge, a non poter procedere con un ricambio e con i necessari pensionamenti, rischiando il collasso per assenza di personale docente e tecnico amministrativo. Soprattutto al Sud, impossibilitate a rilanciarsi e a fare investimenti per consolidarsi.”

“Non siamo disposti a farci prendere in giro – conclude Gulluni – Come fatto queste scorse settimane al fianco dei Ricercatori Determinati continueremo a lottare per la stabilizzazione dei ricercatori attualmente precari e per l‘attuazione di un nuovo piano di reclutamento dei docenti, capace di superare i tanti anni di blocco del turn over. Per pretendere un reale diritto allo studio e un’università libera e per tutti.”

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti