Bisognerebbe escludere dai TFA chi ha presentato ricorso al concorso. Lettera

WhatsApp
Telegram

Giorgia Guido – Sono una neolaureata in lettere che ha la fortuna di insegnare con MAD e per presa di posizione e correttezza nei confronti di chi ha i requisiti fondamentali per partecipare al concorso, non ha VOLUTAMENTE presentato ricorso.

Giorgia Guido – Sono una neolaureata in lettere che ha la fortuna di insegnare con MAD e per presa di posizione e correttezza nei confronti di chi ha i requisiti fondamentali per partecipare al concorso, non ha VOLUTAMENTE presentato ricorso.

Alla luce di quanto sta accadendo in queste ore (ammettendo i non abilitati come me al concorso con riserva), ritengo opportuno suggerire una proposta: perché non “premiare” la correttezza e la coerenza di chi è in attesa di seguire un percorso abilitante (nonostante i tempi biblici noi ci crediamo ancora!) e ha rispettato quindi l’iter di formazione previsto (senza ignobili sotterfugi tipicamente italiani) bandendo un TFA che ha come requisito fondamentale L’INCOMPATIBILITA’ CON IL CONCORSO escludendo perciò chi ha presentato ricorso?

Sarebbe un bel premio di merito per aver semplicemente rispettato le regole predisposte e per la nostra TRASPARENZA E LEGALITA’. Troppo facile andare avanti con i ricorsi, i sotterfugi e le scorciatoie a pagamento.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio