Bimbi stranieri esclusi da Scuola, Fornaro (LeU): è contro la Costituzione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Liberi e Uguali – L’istituzione di un tetto del 45 per cento al numero di bambini non italiani iscrivibili nelle scuole primarie di Monfalcone rappresenta oggettivamente una forma di razzismo che alimenta la paura e l’avversione verso lo straniero. Prove tecniche di xenofobia.

Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

Discriminare gli alunni sulla base della loro nazionalità è contro la Costituzione e contro ogni principio educativo, continua Fornaro. Si pensi a quale messaggio negativo viene dato agli altri compagni di scuola. E’ necessario trovare subito soluzioni tecniche e di organico che consentano di superare questa assurda decisione che non fa onore alla storia di una città come Monfalcone, conclude Fornaro.

Monfalcone, 60 bimbi fuori dalla scuola dell’infanzia per tetto del 45% di stranieri

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione