Bimbi all’asilo imparano la lingua dei segni per non escludere una loro compagna. Premiati dal Governatore con una targa

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

Potrebbe essere definito un esempio che parte dal basso di scuola dell’inclusione. E’ accaduto in una scuola d’infanzia di Tonadico, una frazione del Comune di Primiero San Martino di Castrozza, nella provincia autonoma di Trento.

Alcuni bambini hanno imparato a esprimersi con il linguaggio dei segni per non escludere una loro compagna.

Il clamore di questa iniziativa era arrivato fino al Colle, tanto che il presidente Mattarella aveva nominato i piccoli studenti “Alfieri della Repubblica“. A ridosso sono arrivati anche i riconoscimenti da parte del governatore della RegioneUgo Rossi.

E’ quanto riporta il sito IlDolomiti.it

I bambini hanno ricevuto una targa su cui è inciso “Ci hanno ricordato cosa significhi essere comunità” e una medaglia appesa sul petto.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione