Biblioteche scolastiche scendono all’85%, diminuisce spesa per studente

di redazione

item-thumbnail

Indagine dell’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, il Centro per il Libro e la Lettura (CEPELL) e l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB).

L’indagine, mirata ad analizzare lo stato delle biblioteche scolastiche, si è basata su oltre 7 mila risposte arrivate dalle scuole. L’ultima analisi si è svolta nel 2011 e dai dati, riportati da Ansa, è possibile affermare che la spesa media per studente rispetto a otto anni fa si è abbassata (da 1,56 a 1,13 euro), così pure è sceso il numero di scuola che hanno una biblioteca (da quasi il 90% all’85%).

Eppure, di particolare importanza si è rivelata l’iniziativa di #ioleggoperché, che è riuscita a donare oltre un milione di libri alle biblioteche delle scuole.

I dati verranno presentati nel dettaglio il 5 dicembre alla Fiera nazionale della piccola e media editoria, Più libri più liberi, in programma al Roma Convention Center La Nuvola fino all’8 dicembre. Presenti anche la sottosegretaria al Miur Azzolina e il presidente AIE Franco Levi.

Temi della seconda giornata saranno invece le politiche per il libro e le attività dedicate alla lettura nelle scuole. Alcune scuole straniere di Roma con i propri docenti discuteranno poi su alcuni interrogativi: Come si colloca la lettura nei programmi scolastici dei principali Paesi europei? Che spazio viene dato a queste attività, quali risorse sono destinate alle biblioteche scolastiche?

 

Biblioteche e lettura saranno temi trattati anche nei due incontri in collaborazione con Istat in programma sabato 7 dicembre. Alle 15,30 è previsto il convegno “I lettori in biblioteca” in cui verranno presentati i dati dell’indagine Istat 2019 relativa al pubblico delle biblioteche di pubblica lettura.

 

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione