Biblioteche pubbliche: Varsavia guida la classifica, Milano e Roma indietro. La classifica

WhatsApp
Telegram

L’accesso alla cultura e alla conoscenza è un diritto fondamentale per ogni cittadino. Le biblioteche pubbliche, in quanto presidi di informazione e formazione, svolgono un ruolo cruciale nel garantire questo diritto, offrendo un servizio prezioso alle comunità locali. In questo contesto è interessante analizzare la dotazione di biblioteche pubbliche in diverse città del mondo.

Un divario significativo tra città

Secondo un recente studio del World Cities Culture Forum, il numero di biblioteche pubbliche per 100.000 abitanti varia notevolmente da città a città.

Le città con il maggior numero di biblioteche pubbliche si concentrano principalmente in Europa e in Asia Orientale. Varsavia, in Polonia, guida la classifica con ben 11,98 biblioteche per 100.000 abitanti, seguita da Seoul in Corea del Sud (11,5) e Bruxelles in Belgio (10,0). Parigi, con 8 biblioteche per 100.000 abitanti, rappresenta la città europea con il maggior numero di strutture dopo le tre leader.

Le città con un numero medio di biblioteche pubbliche si distribuiscono in diverse aree geografiche, tra cui Europa, America del Nord e Oceania. Stoccolma (Svezia), Helsinki (Finlandia), Milano (Italia) e Londra (Regno Unito) si attestano tutte intorno alle 6 biblioteche per 100.000 abitanti. Toronto in Canada e Amsterdam nei Paesi Bassi ne contano rispettivamente 3,4 e 3,0. Sydney in Australia si posiziona con 2,3 biblioteche per 100.000 abitanti.

Le città con il minor numero di biblioteche pubbliche si trovano principalmente in aree in via di sviluppo o in contesti con risorse finanziarie limitate. Tokyo in Giappone, con 2,84 biblioteche per 100.000 abitanti, rappresenta la città con il minor numero di strutture tra i paesi sviluppati. Buenos Aires in Argentina, Barcellona in Spagna e New York City negli Stati Uniti si aggirano intorno alle 2,5 biblioteche per 100.000 abitanti. Scendiamo ulteriormente a 1,34 a San Paolo in Brasile, mentre Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti e Istanbul in Turchia contano rispettivamente 0,41 e 0,3 biblioteche per 100.000 abitanti. Lagos in Nigeria, con soli 0,1 biblioteche per 100.000 abitanti, rappresenta la città con la dotazione più bassa a livello globale.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00