Bianchi: “In Italia c’è la tendenza all’autodistruzione. Abbiamo fatto i concorsi, sembrava impossibile. Maturità? Stiamo ascoltando tutti”

WhatsApp
Telegram

“È da febbraio che lavoriamo per la scuola in presenza. Abbiamo lavorato per la piattaforma per i docenti. Abbiamo fatto i concorsi, quando tutti pensavano che non potevano farsi. Abbiamo gestito la questione Green pass. La stiamo affrontando la situazione. Non posso permettermi di essere pessimista. Noi andremo avanti”.

Lo ha detto il Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, nel corso del suo intervento a “La scuola al Centro del Paese -Il futuro non aspetta“, il convegno annuale organizzato dall’associazione nazionale presidi.

In Italia c’è tendenza all’autodistruzione“, aggiunge il Ministro.

Sulla maturità: “I ragazzi che faranno la maturità quest’anno sono sulle braci da due anni. Stiamo ascoltando tutti, e insieme decideremo. Su questi temi non va fatta una battaglia di giornali, noi faremo l’interesse di ragazzi e ragazze. Parliamo con i presidi e con i ragazzi. Stiamo discutendo assieme e faremo l’interesse dei ragazzi”.

Ci sarà la prova scritta quest’anno? “L’interesse dei ragazzi è quello di avere un percorso compiuto. Insieme con i presidi decideremo come fare“.

La proposta dell’Associazione nazionale presidi vuole inserire la didattica digitale integrata all’interno dell’autonomia scolastica, dice il presidente Anp Antonello Giannelli.

Adesso la parola Dad è il nemico. Ma se non ci fosse stata ci sarebbe stata la chiusura”, ha detto Bianchi. “Bisogna fare un passo avanti“, ha aggiunto il Ministro dell’istruzione, e “gli strumenti digitali servono come potenziamento dell’autonomia“.

E ancora: “Questa volta abbiamo il Pnrr che ci permette di avere strumenti per recuperare le distanze all’interno del nostro Paese“.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito