Bianchi: “Pronti ad accogliere nelle nostre aule bambini e ragazzi ucraini costretti a lasciare il loro Paese a causa della guerra”

WhatsApp
Telegram

“La nostra scuola ha una grande tradizione di inclusione della quale dobbiamo essere orgogliosi. Nel corso del Consiglio dei Ministri ho spiegato che siamo pronti ad accogliere nelle nostre aule bambini e ragazzi ucraini costretti a lasciare il loro Paese a causa della guerra”.

Lo ha detto Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione, in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook. “Faremo la nostra parte, insieme, per dare sostegno e aiuto a una comunità colpita da un attacco inaccettabile“, aggiunge.

Il Ministro spiega: “Durante il Consiglio dei Ministri di oggi abbiamo approvato un decreto che aumenta le misure di soccorso e di assistenza alla popolazione ucraina, anche per gli interventi urgenti in favore di quanti cercheranno accoglienza nel nostro Paese“.

Il Governo italiano, insieme agli alleati europei, è al fianco del popolo ucraino in questo momento drammatico. Molte scuole hanno accolto positivamente l’invito a discutere insieme il senso profondo dell’articolo 11 della nostra Costituzione e in questi giorni studentesse e studenti di tutte le età stanno cercando risposte alle domande sul conflitto in corso affrontando il tema insieme ai loro compagni e ai loro insegnanti“, conclude il Ministro Bianchi.

Bianchi: “Riforma della scuola? Porta male dirlo, meglio ripensamento”. E sulla guerra in Ucraina: “Rileggete l’Odissea”

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?