Bianchi: “Oltre 16mila studenti ucraini in Italia, il 94% sono under 13. Garantiremo continuità didattica”

WhatsApp
Telegram

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è intervenuto a Sky TG24, all’indomani del varo della riforma del reclutamento docenti.

Il titolare del dicastero di Viale Trastevere parla dell’emergenza Ucraina e dell’accoglienza dei più piccoli nelle scuole italiane.

I ragazzi e ragazze ucraine nelle nostre scuole a “ieri pomeriggio sono 16.045. Il 94% sono ragazzi tra i 3 e i 13 anni, bambini quindi in età scolare, mentre i bambini più piccoli vengono mantenuti in famiglia, in Italia vi è una grande comunità ucraina, e i più grandi seguono una opzione che ha dato il Governo ucraino, di una sorta di Dad, di lezioni a distanza in ucraino per i ragazzi più grandi”.

“Ho parlato a lungo – ha aggiunto Bianchi – con il Ministro ucraino, vedrò martedì la vice ministra. La richiesta che loro ci fanno è di garantire la continuità didattica per i ragazzi, in particolare per i più grandi, rispetto alla lingua” anche per “il ritorno in Ucraina”.

“Noi – ha ricordato – fin da subito abbiamo messo a disposizione un milione per parlarci, e stiamo utilizzando moltissimo la comunità ucraina, poi abbiamo 49/50 milioni da parte della Commissione Europea per affrontare questa prima fase. Quello che è rilevante – ha concluso – è che stiamo lavorando non per una integrazione ma per un’accompagnamento. Immaginiamo che possano aumentare ancora, anche se nell’ultimo periodo si sono stabilizzati, è chiaro che se dovessimo avere l’evidenza, durante l’estate, di un aumento di ragazzi che entrano a scuola è chiaro che il Governo come ha già fatto, e soprattutto l’Europa, ancora un volta provvederà”.

Guerra in Ucraina, Bianchi: “Oltre 16mila gli studenti profughi accolti, grazie ai docenti e ai presidi per il lavoro straordinario svolto” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur