Bianchi: “Oltre 10mila bimbi ucraini sono stati inseriti nelle nostre scuole”

WhatsApp
Telegram

“La guerra oggi ci si presenta con i volti dei bambini che arrivano fino a noi. Ad oggi sono 10.064 i bambini ucraini inseriti nelle nostre scuole, e di questi mille /mille cinquecento sono nelle scuole paritarie. Ancora una volta dimostrando l’unicità e l’unitarietà del sistema educativo nazionale”.

Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi nel suo intervento in apertura dell’evento “Educare alla pace per ripudiare la guerra” organizzato dall’Unione cattolica italiani insegnanti medi (Uciim).

“Un sistema che ha bisogno quanto mai dei valori fondanti dell’Unione Cattolica, degli insegnanti, dei dirigenti, dei formatori, di tutti coloro che partecipano alla vita della nostra comunità scolastica”.

“In questo momento – ha sottolineato Bianchi – in cima ai nostri pensieri vi è l’Ucraina, ma anche un mondo che in questi anni, magari più lontano, magari più vicino, in realtà è stato in guerra. La guerra vi è stata in Afghanistan ma anche al di là dal mare adriatico, non sono stati dalla fine della guerra 75 anni di pace. Sono stati anni duri, durissimi in cui la guerra è sempre stata presente”.

“La bandiera dalla pace ha colori diversi che convivono insieme – ha aggiunto Bianchi la missione educativa ha bisogno di un elemento di formazione non solo disciplinare ma anche morale e spirituale. Bisogna fare uno straordinario sforzo morale per permettere ai bambini il vivere e continuare ad avere speranze in un futuro diverso. In questo le attività di formazione sono importantissime. Dobbiamo attrezzare le persone ad affrontare anche ciò che non era previsto”.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia