Bianchi: “Non volevo andare a scuola, ma poi ho capito la bellezza di stare in classe. Dad non va buttata” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“Ricordo che a 6 anni non volevo andare a scuola, a casa stavo bene, giocavo, mi chiedevo perché devo andare a scuola? Ma poi il primo giorno è stato uno dei più belli della mia vita, ho conosciuto la bellezza dello stare a scuola”.

Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi agli incontri istituzionali di “GDS Academy”, il ciclo di eventi web lanciato da Società Editrice Sud nell’ambito del progetto “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine”.

Poi aggiunge: “L’altro giorno abbiamo fatto la cena per i 50 anni dalla maturità, è stata una gioia vedere i miei vecchi compagni. A voi giovanissimi dico: divertitevi e state insieme, è il ricordo più bello che rimarrà quando diventerete grandi”. 

Sull’esperienza della didattica a distanza: “Durante la pandemia abbiamo scoperto tutti gli strumenti digitali e abbiamo fatto con essi un salto, pure gli anziani come me siamo costretti a imparare a usare questi strumenti, ne abbiamo capiti i vantaggi e i limiti. Possiamo ora continuare a usarli per allargare le mura della classe: sarebbe bello se una classe di Vibo Valentia si collegasse con una classe di Torino e magari con una classe in Germania. Usiamo questi strumenti per allargare la nostra visione del mondo. La dad è uno strumento che non va buttato via ma usato come leva per una scuola più aperta”.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia nel mese di dicembre trasmetterà tre nuovi incontri formativi gratuiti dedicati agli attori della scuola