Bianchi: “L’Italia è un paese incredibile, sui giornali si parla delle scuole che non vanno, ma ci sono esperienze bellissime”

WhatsApp
Telegram

“Il nostro è un paese incredibile: sto andando in giro in tutta Italia e trovo scuole che fanno esperienze bellissime, ma non siamo ancora stati capaci di farla diventare l’immagine della scuola italiana. Continuo a trovare giornali che parlano di altre cose, che ogni volta che c’è qualcosa che non va bene diventa ‘la scuola bloccata’. Io non vedo una scuola bloccata, ma vedo una scuola capace di muoversi. E lo vedo in tutto il paese”.

Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, intervenendo dal palco del Mast di Bologna oggi per la tappa finale di “Expeditions. Riflessione sull’esperienza” (2015-2022) e per la presentazione del nuovo progetto triennale a tema (2022-2025), di nuovo promosso da Fondazione Mast in collaborazione con Ufficio scolastico regionale, Coesia e Bologna Business School.

In sala si fa il punto sul percorso dedicato alle competenze trasversali e all’orientamento (Pcto), nato inizialmente come iniziativa di alternativa scuola-lavoro, che ha coinvolto 7.000 studenti delle scuole superiori, dunque, negli ultimi 7 anni.

“La nostra – continua il ministro più in generale – è una scuola che non ha paura di uscire ed è una scuola affettuosa, perché costruisce affetti. Vedo scuole eroiche, che in alcune aree contaminate dalla mafia tengono alta la bandiera della dignità nazionale. Vedo scuole che, senza dire nulla, hanno accolto 30.000 ucraini. Grazie, quindi. Pretendiamo che qualcuno ci dica grazie in questo paese per questo”. 

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco