Bianchi: “Il Paese ha bisogno degli anziani. I nonni punto di riferimento per gli studenti”

WhatsApp
Telegram

“Negli ultimi anni la vita si è allungata e il Paese ha guadagnato una generazione che non ha solo la possibilità di avere ancora una vita davanti a sé dopo la pensione, ma anche una bella vita”.

Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, intervento all’Auditorim Parco della Musica di Roma in occasione della presentazione di ‘Sociotechlab – la tecnologia che fa bene alle persone’, il progetto avviato da Spi Cgil insieme con l’università Sant’Anna di Pisa per incentivare l’uso delle tecnologie per fini sociali.

“Il nostro Paese ha bisogno delle persone mature, degli anziani. Anche i nostri studenti, che in questi anni sono stati al chiuso, hanno bisogno dei loro nonni. In questa società liquida ci vogliono dei punti di riferimento: i ragazzi hanno bisogno di trovare figure stabili in un futuro in cui le tecnologie permettono di fare cose prima impossibili. Ma tutto questo va umanizzato. Le generazioni devono stringersi la mano e usare la tecnologia anche per discutere e parlare. Viviamo in un’epoca straordinaria ma tutte queste possibilità hanno senso se riusciamo a riportarli nella persona e se ci permetteranno di vivere bene”.

“I nostri studenti con il loro telefonino vivono una sorta di presente continuo, e questo non fa bene, dà una difficoltà di orientamento, una sorta di labirintite sociale – ha aggiunto Bianchi Per ritrovarsi bisogna ritrovare il tempo e lo spazio. Senza avere paura delle tecnologie”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur