Bianchi: “I morti sul lavoro in Italia sono troppi. La scuola deve permettere agli studenti di fare esperienza, ma con tutte le garanzie possibili”

WhatsApp
Telegram

“Abbiamo visto delle proteste successive a fatti gravissimi, occorsi non durante l’alternanza scuola lavoro e neanche in Pcto, erano percorsi terminali di istruzione e formazione professionale che sono corsi gestiti a livello regionale di avviamento al lavoro. Ci accorgiamo di questo quando avvengono fatti tragici, ma i morti sul lavoro in Italia sono troppi. Il grado di tolleranza sui morti sul lavoro è zero”.

Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi a Skuola.net.

“Poi ci sono tutte le altre attività di una scuola aperta e inclusiva. La scuola deve permettere ai ragazzi di fare esperienze fuori dalla scuola, che sono esperienze educative, con tutte le garanzie possibili; si devono fare esperienze che poi non si faranno mai più”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur