Bianchi: “I nostri ragazzi devono leggere i libri e non messaggi di quindici parole”

Stampa

“Si diceva che aprire le scuole sarebbe stato impossibile, ma noi le abbiamo aperte, a dimostrazione che insieme si può fare”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, intervenuto all’inaugurazione del Salone del Libro di Torino.

“Voi con il vostro coraggio avete riproposto questo Salone del Libro – ha aggiunto Bianchi – in quest’epoca in cui tutto sembra essere volatile, c’è spazio per i libri. Chi legge conquista la parola, la capacità di costruire la nostra storia e la storia degli altri. I nostri ragazzi devono leggere i libri e non messaggi di quindici parole. È bene che vengano al Salone, ricostruiamo le nostre biblioteche scolastiche, quel luogo importante in cui tutti sanno che è bene ritrovarsi”.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!