Bianchi: “Abbiamo fatto quasi 60 mila assunzioni in ruolo. Sul sostegno più 59 mila posti in deroga”

Stampa

“Tutti i docenti in cattedra al primo giorno. Mai successo nella storia dell’Italia. Era un impegno che avevamo preso con le famiglie e ci siamo riusciti. In particolare sul sostegno ritengo che sia stato fatto un gran lavoro”. Lo ha detto il Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, nel corso dell’informativa alla Camera del 7 settembre.

Partiremo il 13 settembre – ha sottolineato il ministro – avendo tutti i docenti al loro posto rispetto alle 112 mila cattedre vuote e vacanti: avremo 58.735 mila posizioni a ruolo già assegnate, di cui 14194 sul sostegno; non abbiamo atteso, e altri 113.544 mila incarichi annuali sono stati assegnati, di cui 59.813 sul sostegno. Inoltre oltre 59 mila posti sono assegnati per il sostegno in deroga  Un lavoro titanico, collettivo. Ci saranno solo le assegnazioni di brevissimo periodo che faranno i presidi“. Lo scorso anno le assunzioni erano state 19.995 in totale di cui 1.778 sul sostegno.

Il Ministro ricorda che sono quasi 60mila le assunzioni in ruolo già fatte e 53 mila gli incarichi annuali assegnati prima dell’inizio dell’anno scolastico, “quelle che in genere si facevano fra ottobre e novembre“. “Entro il 13 settembre tutti i docenti saranno in cattedra“, ha aggiunto.

Sul sostegno: “dopo anni così difficili era necessario dare attenzione ai ragazzi che ne avevano più bisogno. Credo che siamo in grado di dare risposte quest’anno“.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione