Bianchi: “A settembre si deve ripartire in sicurezza. I vaccini per i giovani sono la strada. Sì alle classi aperte”

WhatsApp
Telegram

“I vaccini per i giovani sono necessariamente la strada, sono il modo in cui mettiamo in sicurezza non la singola persona, ma tutta la nostra comunità”. Lo ha detto il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi oggi a Genova.

Gli obiettivi per il prossimo anno scolastico sono innanzitutto ripartire in sicurezza in presenza. Stiamo facendo un grandissimo lavoro, abbiamo fatto un grande piano per l’estate, tutte le scuole italiane hanno aderito e tutti hanno l’idea che si deve ripartire in sicurezza, non solo sanitaria, ma anche psicologica, perché si può ripartire alla grande“, ha aggiunto il Ministro Bianchi.

Covid, la pandemia non è finita. Ma stavolta la scuola sarà pronta: con i vaccini per docenti, Ata e studenti settembre potrebbe essere più sicuro

Per il Ministro, dunque ci dovrà essere un ritorno in classe al 100% in presenza a settembre, “in classi aperte, in una classe che deve scoprire la città, in una classe che, come stiamo facendo nella nostra estate a scuola, sta scoprendo che la scuola non è un posto chiuso, ma un posto aperto – spiega Bianchi.

Stiamo lavorando per una cosa nuova, prosegue il Ministro, una presenza che sia molto strumentata, che ha saputo apprendere, imparare e fare proprio anche quello che è successo in questi due anni– spiega ancora Bianchi – non, quindi, una parentesi, ma un periodo in cui abbiamo fatto tantissima innovazione. E anche sulla distanza, ci sono state tantissime innovazioni e vanno tutte prese con lo spirito di ‘stiamo non solo riaprendo, ma stiamo riaprendo innovando fortemente‘”.

WhatsApp
Telegram

Avviso importante: come ottenere la Cessione del Quinto in Convenzione NoiPa senza pagare Commissioni e Spese d’istruttoria con PrestitoPiù