BES & DSA. Rendimento alunni stranieri. Laboratori extrascolastici. Autovalutazione studenti. Mappe mentali. Consulenze

di Erasmo Modica
ipsef

Segnalati sul blog dedicato ai BES & DSA un intervento di Claudia Gabrieli su come migliorare il rendimento degli studenti stranieri, tre interventi di Alessia Vilei inerenti ai laboratorio extrascolastici, all’autovalutazione per gli studenti DSA e

Segnalati sul blog dedicato ai BES & DSA un intervento di Claudia Gabrieli su come migliorare il rendimento degli studenti stranieri, tre interventi di Alessia Vilei inerenti ai laboratorio extrascolastici, all’autovalutazione per gli studenti DSA e

all’uso delle mappe mentali per gli studenti DSA. Vengono inoltre segnalate le risposte dell’esperta Rossana Gabrieli ai vari quesiti di consulenza arrivati in redazione.

Claudia Gabrieli propone un articolo su come migliorare il rendimento degli studenti stranieri in difficoltà, offrendo delle indicazioni per favorire un approccio interculturale e per gestire lo svantaggio linguistico. All’articolo è allegata una scheda scaricabile con un questionario sull’atteggiamento verso l’interculturalità. Vai all’articolo

Alessia Vilei, partendo dall’assunto che le odierne classi presentano un carattere altamente disomogeneo, suggerisce come il laboratorio extra scolastico possa essere una risorsa utile per sviluppare diverse abilità. Spiega quindi quale metodo utilizzare e presenta gli strumenti necessari per condurre dei laboratori che siano efficaci. All’articolo è allegata una scheda operativa per la preparazione dello schedario degli argomenti per i laboratori. Vai all'articolo

Nel suo secondo intervento, Alessia Vilei ci spiega cosa bisogna sapere e come si deve impostare una scheda di autovalutazione per lo studente per il quale sia stato redatto un PDP. L’articolo chiarisce inoltre la differenza fra la valutazione per l’apprendimento e la valutazione dell’apprendimento e fornisce un esempio di scheda di autovalutazione per lo studente. Vai all’articolo

Nel suo ultimo contributo, Alessia Vilei propone delle modalità di lavoro con le mappe mentali in classe. Dopo aver definito le mappe concettuali, individuandone i pregi, si sofferma sulla loro utilità per gli studenti DSA e spiega come costruirle. Vai all’articolo

Il Consiglio Regionale del Lazio ha approvato la legge relativa alla promozione del riconoscimento della Lingua Italiana dei Segni, dando attuazione all’articolo 21 della convenzione ONU del 2006 sui diritti delle persone con disabilità. Vai al comunicato

La sezione dedicata alla Consulenza si arricchisce con le risposte fornite dall’esperta Rossana Gabrieli in merito alle seguenti domande:

  • Si può far seguire una programmazione di classe per una disciplina grafica a un alunno con limite visivo? (Vai alla risposta)
  • Si ha diritto a prove speciali durante gli Esami di Stato nel caso in cui non siano state seguite le lezioni del II quadrimestre? (Vai alla risposta)
  • E’ possibile verificare se le misure presenti nel PDP vengono o meno applicate? (Vai alla risposta)
  • Gli studenti BES possono usare mappe concettuali durante la prova orale degli Esami di Stato? (Vai alla risposta)
  • Quali testi acquistare o consultare in relazione alle tematiche sui BES e sui DSA? (Vai alla risposta)
  • E’ possibile far usare a uno studente il proprio computer in sede di Esami di Stato? (Vai alla risposta)
  • Bisogna accogliere tutte le proposte suggerite dagli esperti che hanno redatto la diagnosi DSA? (Vai alla risposta)
  • Si può inserire al Documento del 15 maggio un allegato per alunni BES? (Vai alla risposta)
  • Si può derogare al numero di alunni ammessi alla prima classe della scuola primaria in presenza di certificazione? (Vai alla riposta)
  • Si può rivalutare una prova per alunni DSA con criteri più rispondenti a quelli deliberati dal Collegio Docenti? (Vai alla risposta)
  • Si può ridurre il numero di argomenti da affrontare dagli studenti BES durante gli esami di qualifica? (Vai alla risposta)

Per altre tematiche visita il blog all’indirizzo: http://bes-dsa.it

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione