Bertoni chiede sostegno per le scuole cattoliche

di redazione
ipsef

red – ”Le scuole cattoliche sono una presenza importante, che non può essere ignorata, spetta alle istituzioni difenderle”. Si tratta dell’appello lanciato dall’arcivescovo di Firenze, Monsignor Giuseppe Betori, durante l’apertura, presso il Convitto della Calza, dell’annuale convegno della Fism Toscana, la federazione che raggruppa oltre 350 istituti paritari della Regione.

red – ”Le scuole cattoliche sono una presenza importante, che non può essere ignorata, spetta alle istituzioni difenderle”. Si tratta dell’appello lanciato dall’arcivescovo di Firenze, Monsignor Giuseppe Betori, durante l’apertura, presso il Convitto della Calza, dell’annuale convegno della Fism Toscana, la federazione che raggruppa oltre 350 istituti paritari della Regione.

La battaglia per un’effettiva parità scolastica – sottolinea l’arcivescovo – non è finalizzata soltanto al sostegno di una scuola effettivamente pubblica perchè’ rivolta a tutti senza alcun pregiudizio, ma è ancora prima una battaglia di libertà. Ed è per questo che occorre che lo Stato riconosca e sostenga, nell’ottica di un vero principio di sussidiarietà, l’iniziativa di chi, mosso da interesse civile e da passione educative, si è messo insieme ad altri per dare ai propri figli istruzione e formazione”.

Se qualcosa non cambia, – ha concluso il mons. – il prossimo anno scolastico la stragrande maggioranza degli istituti potrebbe non aprire. I tagli del Governo sono drastici e i fondi non arrivano. In Toscana rischiano di perdere il lavoro oltre diecimila persone".

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione