Benedizioni a scuola, sì ma non in orario di lezione e come attività facoltativa. Il testo della sentenza

WhatsApp
Telegram

Ieri il Consiglio di Stato si è pronunciato sulla legittimità di effettuare delle benedizioni pasquali a scuola. Sentenza che ha scatenato un forte dibattito tra gli addetti ai lavori.

La sentenza, però, specifica che le benedizioni non possono avvenire durante le ore di lezione e come facoltativa per gli studenti.

La sentenza giunge dopo un ricorso avanzato da alcuni genitori in occasione del permesso consentito da un Consiglio di istituto di Bologna per l’apertura dei locali della scuola ai fini di una benedizione pasquale.

Una prima sentenza del TAR aveva dato ragione ai genitori affermando che le benedizioni pasquali non sono attività scolastiche e accostano l’istruzione al cattolicesimo.

Di diverso avviso il CdS che, però, ribadisce la necessità di effettuare tali pratiche al di fuori delle ore di lezione.
Il testo della sentenza

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur