Belluno, reinserimento in Gradutoria ad esaurimento

WhatsApp
Telegram

Avv. Chiara Stefani – Su Reclamo da parte della sottoscritta, Avv. Chiara Stefani, infatti, in data 17.07.2015 il Tribunale di Belluno ha riammesso nella graduatoria ad esaurimento un candidato precedentemente depennato per aver omesso di aggiornare la propria posizione.

Avv. Chiara Stefani – Su Reclamo da parte della sottoscritta, Avv. Chiara Stefani, infatti, in data 17.07.2015 il Tribunale di Belluno ha riammesso nella graduatoria ad esaurimento un candidato precedentemente depennato per aver omesso di aggiornare la propria posizione.

L'Ordinanza appare di particolare interesse in quanto il candidato aveva saltato più tornate di aggiornamenti, ed in particolare era rimasto iscritto nelle allora Graduatorie permanenti fino al biennio 1998/1999. Con un primo provvedimento il Giudice del Lavoro del Tribunale di Belluno aveva rigettato il ricorso cautelare promosso dalla sottoscritta, ritenendo che l'esclusione del candidato dalle graduatorie ad esaurimento fosse conseguente all'applicazione del disposto di cui all'art. 1, comma 605 L. 296/2006, ritenendo che tale norma escludesse il diritto all'inserimento in graduatoria per coloro che (come il candidato) alla data dell'entrata in vigore della L. 296/2006 erano già stati cancellati dalla graduatoria per non aver presentato la relativa domanda di inserimento.

Il Tribunale di Belluno, ribaltando la decisione del Giudice del Lavoro, ha invece ritenuto che l'intervento della disciplina delle graduatorie ad esaurimento non abbia portato alcuna modifica al sistema della rinnovazione della domanda di cui alla l. 143/2004, ed ha quindi ribadito il diritto del candidato ad essere reinserito in graduatoria ad esaurimento con il recupero del punteggio maturato all'atto della cancellazione.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022