Bella (M5S): approvato ordine del giorno per rivalorizzare ruolo della chimica e dei suoi insegnanti

Stampa

“La chimica rappresenta il mondo che ci circonda: l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo e il cibo che mangiamo sono costituiti da sostanze chimiche.

Studiando la chimica possiamo trovare i farmaci per combattere il COVID-19 o usare i disinfettanti in modo razionale, ma soprattutto possiamo leggere in modo critico e consapevole, distinguendo le notizie vere e utili dalle frottole”. Lo scrive su facebook il deputato del MoVimento 5 Stelle e componente della commissione Cultura alla Camera, Marco Bella.

“E se qualcuno volesse dire “no alla chimica io mi curo con i rimedi naturali” – aggiunge – sappia che in realtà oltre il 60% dei farmaci deriva proprio da sostanze naturali, modificate per essere più efficaci e meno tossiche. La preparazione di sostanze naturali è proprio quello che ho insegnato per anni all’università e quello su cui ho fatto ricerca dal 1995. Le sostanze naturali sono chimica! Non c’è alcuna contrapposizione. In collaborazione con i colleghi Francesco D’Uva e Alessandro Melicchio ho presentato un ordine del giorno all’interno del decreto Scuola che impegna il governo su due punti molto importanti.

Far insegnare la chimica nelle scuole a chi è laureato in chimica ove possibile. Perché è una materia molto complessa, ed è necessario che le nostre studentesse e studenti abbiano a disposizione le persone più preparate possibile. Posso garantire – prosegue – che la gran parte delle persone dice di non comprendere la chimica non ha avuto un insegnante laureato in chimica. Il secondo punto mira ad almeno un’ora di laboratorio a settimana per tutte le studentesse e gli studenti.

Perché la chimica la devi vedere in azione, per capirla e amarla. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio imparo. Si tratta di un primo passo di un lungo percorso, ma qualcosa di davvero importante per lo sviluppo del nostro Paese. E vorrei che sia uno dei ricordi belli di questi tre giorni un po’ surreali tra i palazzi romani, tra scontri e confronti accesi anche di notte, perché la politica è anche passione, ma prima delle polemiche dovrebbe essere servizio ai cittadini”, conclude.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia