Bella idea prof! Menzione d’onore premiazione “Altante teacher adward

di redazione
ipsef

item-thumbnail

inviato da Giuseppe Carfì – Giorno 14 Gennaio 2019 a Roma, presso l’Auditorium della Conciliazione, si è tenuta la premiazione di “Atlante 2018 Italian Teacher Award”, una piattaforma organizzata da United Network Model United Nations, con la collaborazione di Repubblica.it e di [email protected], con i migliori progetti didattici dei docenti di ogni ordine e grado.

 Nel corso della manifestazione il prof. Giuseppe Carfì, docente di Tecnologia e Animatore Digitale presso l’Istituto Comprensivo “Alessio Narbone” di Caltagirone, ha ricevuto la MENZIONE D’ONORE con il progetto didattico “SOS Marchio contraffatto. Salviamo l’originalità”.

“Atlante 2018 Italian Teacher Award” è un contest con oltre 740 progetti giudicati e premiati da un’apposita commissione, ma anche e soprattutto il più grande archivio digitale che valorizza gli sforzi e le idee di chi cerca tutti i giorni di migliorare la scuola. L’obiettivo di Atlante 2018 è stato quello di fare emergere, su una grande piattaforma digitale, i progetti, gli sforzi e le iniziative dei docenti della scuola italiana e di portare alla luce il grande lavoro che i professori svolgono all’interno delle aule degli istituti delle città e dei piccoli centri.

I progetti premiati, su oltre 750, sono stati sei. Due le Menzioni d’onore attribuite per il “particolare percorso di costruzione civica”, così come affermato dal Dirigente Scolastico Prof. Roberto Sintini, membro della Commissione giudicatrice, durante la premiazione.

Il percorso didattico premiato si intitola “SOS Marchio contraffatto. Salviamo l’originalità”, realizzato dal prof. Giuseppe Carfì, referente del progetto, dalla prof.ssa Gabriella Longobardi e dall’ins. Enza Leocata. Il progetto è nato dall’esigenza di rendere gli allievi consapevoli che il fenomeno della contraffazione è molto diffuso nel nostro territorio e nuoce gravemente all’economia, oltre che alla salute e alla sicurezza del cittadino. Inoltre, si prefigge di sensibilizzare gli allievi a problematiche inerenti alla contraffazione, di incentivare la lotta alle forme di illegalità e di favorire il diritto di tutela e d’esclusiva di idee originali e creative. Il progetto è articolato in fasi, alcune delle quali dedite alla promozione della cultura della legalità e alla conoscenza del fenomeno della contraffazione, ed altre di connotazione più operativa, nelle quali sono state realizzate attività di monitoraggio e contrasto sul campo.

Si è trattato di un percorso didattico innovativo che abbraccia due ordini di scuola, quella Primaria e quella Secondaria di I grado, e che è risultato pienamente compatibile con il Curricolo verticale d’Istituto declinato per competenze. Gli alunni, infatti, guidati dai docenti interni attraverso giochi di squadra e attività laboratoriali di gruppo, hanno raggiunto obiettivi legati allo sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza, quali tra gli altri: lo sviluppo della cultura della legalità; la comprensione dei danni alla salute e alla sicurezza; l’ideazione, progettazione e realizzazione di oggetti tridimensionali innovativi, quali i modelli 3d del logo della scuola, suscettibili di proprietà intellettuale. A tale proposito, per rendere ancora più interessante la realizzazione dei loghi tridimensionali della scuola, molti modelli disegnati mediante Software di modellazione gratuito tridimensionale e realizzati mediante una stampante 3D sono stati trasformati in lampade da tavolo utilizzando una micro-lampadina LED USB e caricabatteria di vecchi telefonini ormai inservibili. (MODELLI 3D E LOGO DELLA SCUOLA)

L’esperienza della premiazione presso l’Auditorium della conciliazione in Roma dalle parole del prof. Giuseppe Carfì: “È stata un’esperienza bellissima! Ho conosciuto oltre ai colleghi vincitori anche i singoli membri della commissione che hanno studiato e valutato più di 740 progetti inseriti nella grande piattaforma ATLANTE2018”. Ed ancora: “Non dimenticherò mai la grande accoglienza riservatami al mio rientro da Roma: il Dirigente Scolastico, Prof. Francesco Pignataro, la vicepreside, Prof.ssa Rosa Anna Martellino, e tutti i colleghi della scuola hanno mostrato estrema soddisfazione per il premio ricevuto dal sottoscritto, che rappresenta anche un’enorme soddisfazione per il lavoro svolto dalla scuola per gli studenti e i genitori. Il prossimo passo – conclude il Prof. Carfì – è quello dell’ulteriore sviluppo delle competenze di cittadinanza e delle competenze linguistiche, specie con l’utilizzo delle nuove tecnologie e nuove metodologie didattiche che possano permettere l’apprendimento mediante il learning by doing. La nostra scuola è dotata di numerose attrezzature, compreso un laboratorio di robotica, numerose aule 2.0 dotate di LIM e Ipad, e un’aula multisensoriale, la “Snoelezn room”, che sono a disposizione degli alunni e del personale scolastico per il potenziamento delle predette competenze chiave.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione