Bastico: su alunni disabili battaglia vinta, l’impegno continua

di Lalla
ipsef

Ufficio Stampa Senato – "Il governo ha accolto gli appelli e la mobilitazione del PD e delle associazioni dei disabili per abrogare la norma, contenuta in un un emendamento alla manovra, che aboliva il limite massimo di 20 alunni per classe in presenza di un disabile". Lo dichiara la senatrice PD Mariangela Bastico.

Ufficio Stampa Senato – "Il governo ha accolto gli appelli e la mobilitazione del PD e delle associazioni dei disabili per abrogare la norma, contenuta in un un emendamento alla manovra, che aboliva il limite massimo di 20 alunni per classe in presenza di un disabile". Lo dichiara la senatrice PD Mariangela Bastico.

"Insieme alle associazioni – spiega Bastico – abbiamo vinto una battaglia di civiltà per il diritto a una buona integrazione scolastica e sociale contro una vera vessazione del governo nei confronti dei più deboli tra i deboli, i bambini disabili".

"S’impegni ora il governo – prosegue la parlamentare PD – a far sì che il tetto complessivo dei docenti di sostegno, che ha imposto con la manovra, già dichiarato incostituzionale dalla Corte, non determini un abbassamento della qualità dei processi di inserimento ed apprendimento dei disabili.

S’impegni il governo a rafforzare l’esperienza dell’integrazione scolastica di cui tutti dovremmo andare orgogliosi, essendo, pur tra le difficoltà esistenti, tra le più avanzate a livello europeo. Eviti il
governo d’aprire la strada, come si è profilato in questa manovra, a processi di separazione e di emarginazione".

"Su queste battaglie per i diritti dei più deboli – conclude Bastico – il PD non farà cessare il proprio impegno".

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare