Bastico (PD) “Ministero fornisca dati ufficiali su edilizia scolastica”

Di Lalla

Ufficio Stampa Senato – ”Garantire sicurezza all’interno degli edifici scolastici e dare ai cittadini la possibilità di destinare l’8×1000 della propria denuncia dei redditi agli interventi di messa in sicurezza e di qualificazione del patrimonio edilizio scolastico." E’ l’obiettivo che si propone il disegno di legge presentato oggi al Senato dalla senatrice del Pd Mariangela Bastico, sottoscritto da molti senatori democratici.

Ufficio Stampa Senato – ”Garantire sicurezza all’interno degli edifici scolastici e dare ai cittadini la possibilità di destinare l’8×1000 della propria denuncia dei redditi agli interventi di messa in sicurezza e di qualificazione del patrimonio edilizio scolastico." E’ l’obiettivo che si propone il disegno di legge presentato oggi al Senato dalla senatrice del Pd Mariangela Bastico, sottoscritto da molti senatori democratici.

All’iniziativa hanno preso parte, oltre alla prima firmataria del ddl Bastico, il sindaco di Mirandola Maino Benatti , nonché Davide Mattiello presidente della Fondazione ”Benvenuti in Italia”, Adriana Bizzarri coordinatrice nazionale della scuola di ”Cittadinanzattiva”, Vanessa Pallucchi responsabile scuola per Legambiente, la Sig.ra Cinzia Scafiti, mamma di Vito, tragicamente morto per il crollo del tetto in una scuola, Antonio Morelli presidente del Comitato Vittime di San Giuliano di Puglia.

Nel corso della Conferenza stampa la senatrice Bastico ha lanciato un appello al Ministro dell’istruzione sottolineando "l’urgenza di diffondere i dati reali dell’anagrafe degli oltre 42 mila edifici scolastici," per poter ragionare, come ha ribadito anche Vanessa Pallucchi di Legambiente, su un piano nazionale di riqualificazione, tenendo presente l’altissima percentuale di scuole ospitate in edifici scolastici nati con altre destinazioni d’uso e dunque obsoleti.

"E’ importante – ha detto Davide Mattiello, presidente della Fondazione ‘Benvenuti in Italia’ – che la proposta venga accolta con largo consenso e sostenuta da un’ampia partecipazione, giacché coglie una esigenza centrale nelle aspettative dei cittadini". Lo stato e la qualità degli edifici scolastici di un territorio costituiscono infatti un indicatore di quanto una comunità creda e investa nel benessere, nella formazione e nella sicurezza dei cittadini.

"Mio figlio è morto. Non ha avuto il tempo di scappare. Pensavo che la scuola fosse un luogo sicuro". Così Cinzia Scafiti, mamma di Vito, il giovane studente morto a seguito del crollo della controsoffittatura del liceo Darwin di Rivoli, che in più occasione pubbliche ha ribadito: "Non avrò pace fino a che tutte le scuole non saranno sicure." Ed è apprezzabile la forza e la volontà di tradurre il suo dolore a beneficio degli altri.

Sempre vivo il ricordo dei bambini che hanno perso la vita a causa del crollo della scuola di San Giuliano. Dal presidente del Comitato delle Vittime Antonio Morelli parole forti di denuncia: "Dopo 10 anni dalla tragedia, la maggior parte delle scuole del Molise ancora non sono a norma." E poi un invito alle istituzioni: "Investire di più nelle scuole e con coscienza".

Adriana Bizzarri di Cittadinanzattiva attiva ha rimarcato "l’importanza della prevenzione", affermando con forza che "investire nell’edilizia scolastica è anche un modo per contribuire a rimettere in moto l’economia del Paese"

Infine, l’intervento del sindaco di Mirandola Maino Benatti che ha portato l’esempio virtuoso delle scuole costruite in Emilia nel rispetto delle leggi recenti, approvate dopo i gravissimi accadimenti di san Giuliano di Puglia, di Rivoli e dell’Aquila: "Se si costruisce bene, si garantisce anche la necessaria sicurezza. La proposta di legge di destinare l’8xmille agli edifici scolastici per la messa in sicurezza è un’idea molto importante. La scuola è un bene comune e i cittadini possono sentirsi protagonisti della tutela di questo bene comune."

Le conclusioni alla senatrice Bastico che ha ricordato come "i dati dell’Ocse sulla spesa per l’istruzione in Italia confermano pienamente l’allarme tante volte lanciato dal Pd sull’insostenibilità dei tagli alla scuola." La senatrice ha auspicato che ci sia "una rapida approvazione del DDL, che potrà garantire per il futuro una continuità di flussi di risorse all’edilizia scolastica, elemento che è purtroppo mancato fino ad ora."

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia