“Basta usare la scuola per fini di propaganda”. L’affondo di Barbacci (Cisl Scuola) contro i partiti politici

WhatsApp
Telegram

“Ritengo che i programmi di tutti i partiti a cominciare dal Pd debbano tener conto in maniera essenziale della scuola ma l’esortazione che faccio a tutti e quindi anche al Pd è quella che non si usi la scuola per propaganda”.

Lo afferma all’Adnkronos, Ivana Barbacci, segretaria generale della Cisl Scuola in merito alle proposte del Pd sulla scuola.

“Noi siamo ben consapevoli di quello che non è stato fatto in questi anni anche in termini di valorizzazione del personale dal punto di vista delle retribuzioni – sottolinea Barbacci – di quanto si sia considerata la scuola marginale rispetto alle logiche, alle politiche e alle scelte sia di carattere economico che di carattere politico di come orientare il paese. La scuola negli anni, in questi 20 anni, è stata trascinata ai margini delle scelte politiche dei partiti. – ribadisce – ora prendo atto che c’è una ripresa del dibattito, ma la scuola non potrà sopportare di essere usata e strumentalizzata a scopi elettorali”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur