Bassetti: “Pazzia spostare tamponi per il green pass a 72 ore”

WhatsApp
Telegram

“Mi auguro che si chiuda definitamente la querelle” che prosegue “sul tema tamponi, perché mi pare abbastanza ridicola”. Invita a stopparla Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. In merito al pressing sulla gratuità, “neanche da dirlo”, ribadisce il medico che si conferma contrario. E che ritiene “una pazzia” l’idea di spostare a 72 ore la validità dei test rapidi ai fini del Green pass.

“I tamponi hanno un significato nel momento in cui vengono fatti – ripete Bassetti all’Adnkronos Salute – quindi già oltre le 24 ore ci potrebbero essere problemi. Tirando di molto siamo arrivati a 48” per i rapidi, ma “arrivare a 72 ore mi sembra una pazzia”, appunto, “a meno che non si voglia perdere il significato del test rapido. Dobbiamo stare molto attenti da un punto di vista scientifico su questo”, avverte il medico.

Quanto alla gratuità, “credo che i tamponi vadano dati gratuitamente a chi non si può vaccinare”, precisa l’infettivologo. Per il resto “c’è la possibilità di vaccinarsi gratuitamente – ricorda Bassetti – quindi non si capisce perché bisogna dare un tampone gratis a chi non ha voluto vaccinarsi gratis: mi pare assurdo”.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO