Bando per valutatori esperti Erasmus+: scadenza 19 gennaio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire ha pubblicato il nuovo bando per la selezione di esperti che possano supportarla nella valutazione dei progetti Erasmus+ presentati negli ambiti Scuola, Università ed Educazione degli Adulti.

L’attività di valutazione avrà ad oggetto i seguenti settori:

  • Istruzione scolastica;
  • Istruzione superiore (Ambito universitario);
  • Educazione degli adulti.

Per ogni settore viene istituito un Albo che si suddivide in due sezioni:

a) ESPERTI VALUTATORI

A tali esperti, una volta selezionati ed iscritti all’Albo, potranno essere conferiti appositi incarichi per lo svolgimento delle seguenti attività:

  • esame e valutazione delle candidature ricevute dagli organismi potenziali beneficiari dei finanziamenti in risposta agli Inviti a presentare proposte del Programma;
  • esame e valutazione delle richieste di accreditamento ricevute dagli organismi potenziali beneficiari dei finanziamenti in risposta agli Inviti a presentare proposte del Programma;
  • esame e valutazione dei rapporti intermedi relativi ai progetti finanziati all’interno del Programma presentati successivamente all’entrata in vigore dell’Avviso;
  • esame e valutazione dei rapporti finali relativi ai progetti finanziati all’interno del Programma presentati successivamente all’entrata in vigore dell’Avviso.

b) ESPERTI TUTOR

Tali esperti si pongono come figure intermedie tra l’Agenzia e gli esperti Valutatori di cui alla precedente sezione sub a). Ciascun esperto Tutor sarà incaricato di coordinare un gruppo di esperti valutatori, monitorandone e
verificandone l’attività.

Requisiti specifici

Oltre ai requisiti generali elencati nell’Avviso sotto allegato, i candidati per poter partecipare devono essere in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • possesso di un titolo di studio di livello terziario secondo la classificazione ISCED a partire dal livello 7 – (Laurea magistrale (LM), Laurea specialistica (LS), Laurea vecchio ordinamento (VO), Diploma accademico di II livello (settore AFAM). I titoli sopra citati si intendono conseguiti presso università o altri istituti equiparati della Repubblica. I candidati in possesso di titolo accademico rilasciato da un Paese dell’Unione Europea possono
    presentare la candidatura, purché il titolo sia stato dichiarato equivalente con provvedimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica, sentito il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ai sensi dell’articolo 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 ovvero sia stata attivata la predetta procedura di equivalenza. Il candidato è ammesso con riserva in attesa
    dell’emanazione di tale provvedimento. Si ritiene valido il provvedimento di equivalenza eventualmente già ottenuto per la partecipazione ad altre procedure concorsuali. La modulistica e la documentazione necessaria per la richiesta di equivalenza sono reperibili sul sito istituzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della funzione
    pubblica www.funzionepubblica.gov.it. Il provvedimento di equivalenza deve essere comunicato, a pena d’esclusione dalla graduatoria, prima dell’eventuale contrattualizzazione dell’incarico;
  •  il possesso di esperienza di progettazione, gestione, valutazione di progetti o attività di mobilità o reti europee e internazionali maturate nel settore per il quale ci si candida;
  • conoscenza oltre all’italiano di almeno una delle seguenti lingue straniere ad un livello almeno pari al B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER): inglese, francese, tedesco, spagnolo;
  • conoscenza di almeno uno dei principali sistemi operativi (es. Windows, MacOS, iOS, iPadOS, Android, Linux, ecc.) e di strumenti di produttività individuale (es. Microsoft Office, Google suite, Apple suite, Libre Office, Open Office, o similari).

Domanda

La domanda di partecipazione va presentata esclusivamente in via telematica, compilando le form online e caricando i documenti allegati, attraverso il sistema Erasmus2020.

I candidati in possesso dei requisiti possono presentare la domanda entro le 23.59 di domenica 19 gennaio 2020.

Avviso Indire Erasmus +

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione