Bando per assunzione collaboratori scolastici ATA ex LSU: requisiti e data pubblicazione

Stampa

E’ imminente l’emanazione del bando relativo alla stabilizzazione del personale ATA ex LSU, seconda fase. Si tratta di coprire i posti residuati all’esito della mobilità straordinaria.

Un nostro lettore chiede

Faccio riferimento all’articolo da voi pubblicato sul Vostro sito per il bando in arrivo per 1593 unità di personale Ata, per richiederVi cortesemente se il requisito di aver svolto per almeno 5 anni servizi di pulizia e ausiliari presso istituzioni scolastiche ed educative statali,  e’ indispensabile ai fini della domanda e di un eventuale assunzione.

RingraziandoVi anticipatamente di una Vostra gentile risposta cordialmente Vi saluto.

di Giovanni Calandrino – assolutamente si, è uno dei requisiti d’accesso che ricordiamo sono:

  • Essere in possesso del diploma di scuola secondaria di I grado;
  • Aver svolto per almeno 5 anni, anche non continuativi, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo determinato o indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi. Nel requisito dei 5 anni devono essere inclusi gli anni 2018 e 2019.

I posti a disposizione

Saranno 1.593 posti e il bando riguarderà solo le province in cui dopo la stabilizzazione degli ex LSU assunti nel ruolo di collaboratori scolastici dal 1° marzo 2020, saranno residuate disponibilità.

La provincia per la quale potrà essere presentata la domanda di partecipazione è quella in cui hanno sede le istituzioni scolastiche nelle quali il lavoratore prestava la propria attività.

Le operazioni devono concludersi entro il 31 dicembre per consentire le assunzioni a partire dal 1 gennaio 2021.

Il personale rimasto in esubero al termine della prima stabilizzazione è di 42 unità così ripartite: 17 in provincia di Taranto, 10 in provincia di Enna, 8 in provincia di Palermo e 7 in provincia di Catanzaro.

Quando sarà pubblicato il bando

Lo schema di decreto interministeriale è stato presentato ai sindacati. Il passaggio successivo è l’invio al CSPI per il prescritto parere. Ricordiamo che il CSPI ha sette giorni di tempo per fornire tale parere. Si presuppone quindi che il bando potrà essere pubblicato nel mese di dicembre per avviare subito le assunzioni.

Stampa
Pubblicato in ATA

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili